Tirocinio


Nell’ultimo semestre del Corso di Studi è previsto un periodo di tirocinio pratico finalizzato al consolidamento della pratica di laboratorio in vista sia del proseguimento degli studi che dell’inserimento diretto nel mondo del lavoro. Le attività di tirocinio, per un impegno di 12 CFU, possono svolgersi sia come stage aziendale presso laboratori di enti o aziende esterne all’Università che come frequenza a moduli supplementari degli insegnamenti dei Laboratori Chimici Integrati. In entrambi i casi i crediti relativi al tirocinio verranno registrati nella carriera dello studente a cura del Referente del Consiglio Didattico per i Tirocini.Nel secondo semestre del 3° anno nel piano di studi figurano i laboratori integrati A e B, ognuno di 6 CFU. Ciascun laboratorio integrato, a frequenza obbligatoria, consiste di due moduli di 3 CFU, per un totale di quattro moduli.A ognuno dei 4 moduli dei laboratori (chimica organica, chimica inorganica, chimica analitica, chimica fisica) è affiancato un modulo di 3 CFU della stessa disciplina valevole per il tirocinio, per un totale di 12 CFU.Questi 12 CFU possono essere svolti o in università oppure in un’azienda o laboratorio esterno.
Va tenuto presente che il tirocinio esterno, della durata di circa 3 mesi, potrà iniziare solo al termine dei corsi a frequenza obbligatoria. Chi fosse interessato ad effettuare il tirocinio, deve comunicare ai responsabili di ciascun modulo: Chimica Organica (Prof. Mariella Mella), Chimica Inorganica (Prof. Giacomo Dacarro), Chimica Fisica (Prof. Lorenzo Malavasi) Chimica Analitica (Prof. Giancarla Alberti) la sua preferenza.
In ogni caso si ribadisce che la frequenza ai laboratori chimici integrati è obbligatoria e non può essere sostituita con altre attività; solo i moduli supplementari valevoli per il tirocinio possono essere sostituiti con attività in laboratori esterni all’Università.

Va però ricordato che, sebbene il tirocinio esterno sia una valida opportunità, ai fini pratici, potrebbe comportare ritardi nella data del conseguimento della Laurea e, di conseguenza, nell’iscrizione alla Laurea Magistrale.Inoltre, il tirocinio esterno, è fortemente sconsigliato agli studenti che sono in ritardo nel superamento degli esami fondamentali della loro carriera.

Per quanto riguarda la scelta dell’azienda e gli accordi tra azienda e università, si deve contattare con debito anticipo (circa 3 mesi prima del periodo del tirocinio) la Referente del CD per i Tirocini, Prof. Doretta Capsoni (doretta.capsoni@unipv.it) per tutte le informazioni necessarie. Non è infatti possibile prendere accordi individuali, perché è necessario che vengano stipulati accordi tra l’azienda e l’università.